Site icon allacucinadellelanghe

Casatiello napoletano

Casatiello napoletano

Casatiello napoletano

Il casatiello napoletano è un piatto tipico della cucina napoletana, che ha origini antiche e una storia molto interessante. La sua tradizione risale al periodo della dominazione spagnola, quando i coloni iberici portarono in Italia la ricetta della torta di Pasqua.

Viene preparato con farina, lievito, uova, formaggio, salumi e altre deliziose ingredienti che gli conferiscono un sapore particolare e intenso. La sua forma è quella di una torta bassa, a cui viene data una forma circolare tramite l’utilizzo di un anello in metallo.

La sua preparazione richiede molta pazienza e attenzione, perché la pasta deve essere lavorata a lungo e lasciata lievitare per almeno un’ora. Successivamente, si procede alla stesura della pasta in una teglia, dove si dispongono i vari ingredienti a strati.

La ricetta varia a seconda delle tradizioni locali, ma ci sono alcune varianti che sono universalmente apprezzate, come quella con il formaggio provolone e la pancetta, oppure quella con la mortadella tagliata a cubetti. Il casatiello napoletano è un piatto molto apprezzato durante le festività pasquali, ma viene consumato anche durante il resto dell’anno, in particolare in occasione di feste e ricorrenze.

In conclusione, è uno dei piatti più rappresentativi della cucina partenopea e rappresenta un’importante tradizione gastronomica che ha radici antiche. La sua preparazione richiede molta cura e attenzione, ma il risultato finale è sempre un piatto delizioso e molto apprezzato da tutti.

Ricetta casatiello napoletano

Gli ingredienti del casatiello napoletano sono:

– 500 gr di farina 00
– 25 gr di lievito di birra
– 4 uova
– 150 gr di formaggio (provolone o caciocavallo) a cubetti
– 200 gr di salumi (pancetta, salame, prosciutto cotto, ecc.) a cubetti
– 1 cucchiaino di sale
– 1/2 cucchiaino di pepe nero macinato
– 130 ml di acqua tiepida
– 100 ml di olio extravergine d’oliva
– 1 uovo per spennellare la superficie

Preparazione:

1. In una ciotola, sciogliere il lievito di birra nell’acqua tiepida e aggiungere un pizzico di zucchero. Mescolare e lasciare riposare per 10-15 minuti, finché non si forma la schiuma.

2. In una terrina grande, versare la farina, il sale, il pepe e le uova. Aggiungere il lievito attivato e l’olio extravergine d’oliva. Mescolare gli ingredienti con un cucchiaio di legno, poi impastare con le mani fino ad ottenere una pasta liscia e morbida. Lasciarla riposare in una ciotola coperta con un canovaccio per almeno un’ora, finché non raddoppia di volume.

3. Una volta che la pasta è lievitata, lavorarla nuovamente per qualche minuto, poi stenderla con un mattarello su una superficie infarinata, fino a formare una sfoglia di circa 1 cm di spessore.

4. Disporre i cubetti di formaggio e salumi sulla superficie della pasta, distribuendoli uniformemente. Piegare la pasta su se stessa per formare un dischetto e posizionarlo all’interno di una teglia a ciambella precedentemente imburrata e infarinata.

5. Lasciare lievitare il casatiello napoletano per un’altra ora, poi spennellare la superficie con l’uovo sbattuto e infornare a 180°C per circa 40-45 minuti, finché la superficie è dorata e croccante.

6. Sfornare, lasciarlo raffreddare per qualche minuto, poi servirlo a fette. Buon appetito!

Consigli e idee

Ci sono molte varianti della ricetta del casatiello napoletano, a seconda delle tradizioni locali e dei gusti personali. Ad esempio, alcuni aggiungono alla pasta anche patate lesse o piselli, mentre altri preferiscono utilizzare solo salumi o solo formaggi. Alcune delle varianti più comuni sono:

– Casatiello salato: la versione classica, preparata con formaggio e salumi a cubetti all’interno della pasta.

– Casatiello dolce: una variante meno comune, preparata con ingredienti dolci come uvetta, canditi, miele e nocciole.

– Casatiello con le patate: una variante molto gustosa, preparata con patate lesse tagliate a cubetti e mescolate con formaggio e salumi nella pasta.

– Casatiello con i piselli: un’alternativa vegetariana, preparata con piselli freschi bolliti e mescolati con formaggio nella pasta.

– Casatiello con la mortadella: una variante molto gustosa, preparata con cubetti di mortadella mescolati con formaggio nella pasta.

– Casatiello con le verdure: un’alternativa vegetariana, preparata con verdure come carciofi, zucchine, peperoni e melanzane tagliati a cubetti e mescolati con formaggio e salumi nella pasta.

In ogni caso, è sempre un piatto delizioso e molto apprezzato, sia durante le festività pasquali che durante tutto l’anno.

Gli abbinamenti

Il casatiello napoletano è un piatto molto saporito e versatile, che si presta ad abbinamenti con altri cibi e bevande per creare un pasto completo e gustoso.

Per quanto riguarda gli abbinamenti con altri cibi, il piatto si sposa perfettamente con contorni di verdure fresche e croccanti, come insalata mista, pomodori, rucola e carciofi. Inoltre, può essere servito con patate al forno o con un’insalata di fagioli e cipolle rosse per un pasto più sostanzioso.

Si presta anche ad essere servito come antipasto o finger food in occasioni informali, magari accompagnato da olive, peperoncini sott’olio o formaggi freschi come burrata o stracciatella.

Per quanto riguarda le bevande, si sposa perfettamente con un vino rosso corposo come il Lacryma Christi del Vesuvio o il Taurasi, oppure con un vino bianco come il Greco di Tufo o il Fiano d’Avellino. In alternativa, una buona birra artigianale può essere un’ottima scelta, magari una birra ambrata o rossa per contrastare la sapidità del piatto.

Inoltre, si presta anche ad essere accompagnato da bevande analcoliche come limonata fatta in casa o un tè freddo al limone, ideali per rinfrescare il palato durante i mesi estivi.

In conclusione, gli abbinamenti del piatto sono molteplici e variegati, e possono essere scelti in base ai propri gusti e alle preferenze personali. Sia che si tratti di un pasto informale tra amici o di una cena più elegante, questa ricetta è sempre una scelta vincente.

Exit mobile version